Ricette


Giovedě 18 agosto - CORZETTI: pasta fresca tipica genovese
Ingredienti

400 gr di farina 00
2 uova
50 ml di vino bianco
50 ml di acqua
1 cucchiaino di sale
200 gr di pesto alla genovese

Preparazione

Per la preparazione della sfoglia č consigliato l'uso di una impastatrice perchč la sfoglia va impastata a lungo.
Mettere farina, uova, acqua, vino e sale nel cestello dell'impastatrice e impastare per 30 minuti.
Lasciare riposare 15 minuti la sfoglia al coperto.
Tirare la sfoglia fino ad uno spessore di circa mezzo millimetro. Ricavare i dischi con un lato dello stampo (*), quindi stamparli su ambo i lati.
Disporli su dei vassoi spolverizzati con della semola, e lasciarli asciugare per qualche ora, girandoli di tanto in tanto.

Cuocerli in abbondante acqua bollente salata, nella quale sarŕ stato aggiunto qualche cucchiaio di olio per impedire di incollarsi fra loro.
Metterli in acqua pochi alla volta, sorvegliandoli, e mescolando spesso.
Allungare il pesto con una cucchiaiata di acqua di cottura.
Fare riprendere il bollore: i corzetti verranno a galla. Portarli quindi a cottura, per circa 5 o 6 minuti.
Scolarli con una schiumarola e condirli a strati direttamente nel piatto.
.
(*):I corzetti stampati (“cruxetti“) compaiano nel medioevo, nell'epoca rinascimentale. Le famiglie nobili del tempo pare ordinassero ai loro cuochi di realizzare un tipo di pasta che riportasse il proprio stemma, tutto ciň con lo scopo di rammentare ai commensali l’importanza della loro famiglia e per riaffermare il proprio dominio sul territorio. Le incisioni erano solitamente differenti sulle due parti. Il nome deriva dall'immagine stilizzata di una piccola croce, una crocetta (“cruxetta“) con la quale veniva originariamente decorato un lato di questi medaglioni, da qui il nome “cruxettu“. Nel levante ligure, con la parola “corzetto“ s’intende sia lo stampo di legno che la pasta cosě incisa.

 

 

 











20 anni di attivitĂ 
Seguici anche su facebook